nwlocandina3

BANNER
          
  

A+ A A-

Tiberghien: un posto da Vivere

UNA INIZIATIVA PER TUTTI E CONTRO NESSUNO

Non siamo scappati, abbiamo solo lavorato in silenzio.

D’altra parte Agosto è il mese dove l’Italia chiude, ma gli occhi devono restare bene aperti.

Da cittadini e cittadine che amerebbero vivere in luoghi più gradevoli, dove ci si saluta per strada con un sorriso e magari ci si sostiene nelle difficoltà, cogliamo l’occasione della riqualificazione dell’Area Tiberghien per avanzare una proposta carica di determinazione e desiderio di generare azioni positive e buone relazioni.

In un’area dove insistono più di 50.000 abitanti è necessario individuare dei luoghi dove le persone possano incontrarsi e tirare fuori il meglio di sé, svagarsi con il bello della vita, che non sono necessariamente solo le vetrine dei centri commerciali, gli smartphone, e le serie di Sky. Conoscere per conoscersi, potrebbe essere uno slogan azzeccato per la nostra iniziativa.

Qualcuno potrà rinfacciarci che con la cultura non si mangia, ma noi abbiamo la risposta pronta: di marginalità e solitudine si soffre e questo, a differenza della prima affermazione, è vero.

Perciò:

1) Chiediamo che gli edifici di pregio industriale che sono stati mantenuti nell’area dell’ex Tiberghien, su lato OVEST verso Verona, siano ristrutturati per consentire manifestazioni, teatri sperimentali, laboratori didattici. Questi spazi Pubblici, gestiti dalla Circoscrizione, che noi denominiamo: “Sala della Comunità”, potranno consentire la presenza di una sala con 70 posti a sedere, un palcoscenico di 35 mq, uno spazio per il fonico e per l’impianto luci, un camerino e tre sale laboratorio (arti visive, letteratura, teatro e musica) con i relativi servizi a supporto.

2) Auspichiamo la presenza sul lato EST, verso Vicenza, negli edifici non abbattuti, di un’area dedicata alla vendita di prodotti DOC, DOP, IGP e di Prossimità (KM 0), con particolare riferimento al territorio veronese ed alla bioregione Adige-Atesina (ricordiamo che il Parco dell’Adige con il suo Giarol Grande, si trova proprio di fronte all’insediamento).

3) Va pianificata anche una grande area verde attrezzata su Via Unità d’Italia, autentica porta d’ingresso alla città, con una piazza centrale alberata che connetta le diverse attività/presenze che animeranno il nuovo centro Tiberghien. Per quanto riguarda i parcheggi sarà utile una riqualificazione dell’area pubblica già esistente su via Tiberghien, invece di sottrarre spazio prezioso al verde e alla piazza centrale.

Per ogni approfondimento e per comprendere le ragioni che ci hanno portato a queste indicazioni, vi rimandiamo agli allegati che potete scaricare in calce a questo articolo.

Intanto parte la raccolta di firme, che giocoforza risulterà breve e intensa (scade il 24/9), sugli appositi moduli predisposti dal Comune per le Osservazioni alla variante 23 scheda n° RA28.

Potete già scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. sia per sapere dove firmare, sia per fornire la vostra disponibilità ad aiutarci nella raccolta. Lasciate il numero di telefono o un recapito web, sarete prontamente richiamati da un incaricato/a dell’Associazione.

L’Apertura ufficiale della Campagna sarà GIOVEDI’ 6 Settembre ORE 20.45 a Villa Buri alla quale siete tutti/e invitati/e (via Bernini Buri 99 – Verona).

In breve ci faremo conoscere, spiegheremo le nostre ragioni e si potrà apporre la propria firma sulle Osservazioni da presentare al Comune. 


Il lavoro che stiamo svolgendo è gratuito, a favore di tutti e contro nessuno ed ha un obiettivo pratico e preciso. Ogni sostegno disinteresssato, in particolare quello di associazioni e comitati, è assai gradito ed auspicato.

Infine, una domanda rivolta a noi stessi: "Perché lo fate"? E’ naturale chiedercelo, ma la risposta lo è altrettanto: perché abbiamo capito che la libertà, e qualche sprazzo di felicità collettiva, si incontrano solo nella partecipazione, una cosa che non si può comprare, ma solo praticare... 

     
   perchè           come

 illustrazioni: Ing. Filippo Forlati, Ing. Francesco Campagnari

e-max.it: your social media marketing partner