nwlocandina3

BANNER
          
  

A+ A A-

Chi siamo

Giovedì 21 settembre 2017 unidici coraggiosi e coraggiose, appartenenti a culture e visioni politiche diverse, hanno dato vita a Verona all’Associazione Azione Comunitaria, sottoscrivendone l'atto costitutivo e lo statuto.

Le radici di Azione comunitaria traggono linfa dal manifesto sottoscritto nell’aprile dello stesso anno e l'idea portante che anima questa esperienza è che nella nostra società, a livello globale come a livello locale, occorra interagire nei grandi processi "di scala" per migliorare le cose; bene curarsi del singolo caso umano, ma è strategico interferire con le scelte delle classi dirigenti, specialmente quando generano migliaia di casi umani.

"Se la macchina produce uno scarto ogni tanto, riparo lo scarto, se ne produce tanti, riparo la macchina!"...

In seno all’Associazione siamo politicamente attivi ma elettoralmente sterili, tentiamo di generare una Comunità sociale ricomponendo i frammenti di relazioni, spazi, capitali narrativi che la società liquida tende a disgregare.

Lavoreremo insieme, non per presentarci alle elezioni, ma per creare le condizioni affinché alle elezioni si presenti qualcosa di presentabile... C'è bisogno infatti di una zona neutra, dove ciascuno/a cerchi di non mettere in dubbio o offendere valori fondanti per l'altro/a, ma sia a disposizione per "fare ciò che si deve, accada quello che può".

I fondatori e le fondatrici hanno scelto due guide, Marisa Sitta e Mauro Tedeschi, nel ruolo di co-presidenti, un uomo e una donna nello spirito della democrazia paritaria e partecipata che rappresenta per noi un approdo irrinunciabile.

Nel ruolo di custodi, o segretari* e tesorier*, congiuntamente, abbiamo scelto Nicoletta Zamberlan e Alessandro Donadi.

Giuseppe Campagnari, Gianni Giuliari e Piergiorgio Gomiero sono i nostri veglianti, o come si scrive negli Statuti, i probiviri.

Agostino Bianconi, Tito Brunelli, Marco Danielon sono i nostri ambasciatori presso mondi diversi: politici, associativi, altri ed eventuali...

Avviamo, così, un periodo di sperimentazione e poi, dopo un anno, come previsto dallo Statuto, si terrà un’assemblea straordinaria degli iscritti che volgerà finalmente la gestione ad ordinaria (tre anni), con ridefinizione delle funzioni, tenendo conto dell’auspicato raggiungimento dell’equilibrio (anche nei numeri) di genere tra gli/le associati/e.

Ci farebbe piacere che anche tu aderissi all’Associazione e contribuissi al perseguimento dello scopo per il quale Essa è stata fondata.

Sperando di vederci presto….

    LA COMUNITA' DI A.C.

 

p.s. puoi contattarci attraverso l'apposito FORMmail

e-max.it: your social media marketing partner